IO E TE … QUANTA DISTANZA C’E?


Il primo segnale che nella relazione che sto vivendo c’è qualcosa che non va, è quando NON MI SENTO LIBERO DI POTERMI ESPRIMERE.

Chiaramente dietro questa affermazione, ci sono dei confini di educazione e rispetto della dignità personale e altrui che vanno considerati.

Della frase precedente, c’è una parola in evidenza … CONFINI di cui aggiungo PERSONALI. Per renderti più chiaro il tema dei confini ti faccio un esempio: immagina che attorno al tuo corpo ci siano 3 gusci, ognuno ad una distanza diversa. Partendo dalla pelle (primo confine con il mondo esterno), il primo guscio è a circa 0.50 cm … questa distanza si chiama distanza intima. Il secondo guscio dista circa 1,2 metri (sempre partendo dalla pelle) ed ha il nome di distanza personale e il terzo parte da oltre 3 metri (distanza sociale). V. figura sotto.

Distanze personali e nelle relazioni.

Ora immagina che questi gusci siano fatti anche di materiali diversi … e questi materiali permettono più o meno facilmente il passaggio (in entrata ed in uscita) di elementi. Se questo passaggio risulta eccessivamente facile allora il confine sarà lasso, oppure al contrario rigido.

L’affermazione d’esordio di questo articolo, si riferisce alla distanza intima, ed è quel guscio all’interno del quale permettiamo di far entrare solo le persone con cui sentiamo di avere una relazione sicura .. tanto che gli possiamo permettere addirittura di toccarci (corpo e/o anima). Questo nella teoria perchè a volte il guscio (confine) è fatto di carta velina (lasso) e in questo caso la persona fa difficoltà a proteggersi.

Altre volte il confine è rigido (un muro spesso), e la persona si protegge talmente tanto da chiudervisi dentro!

Nessuno è immune da questa dinamica .. perchè e ti aggiungo un’altra variabile, il guscio può avere anche delle consistenze diverse a seconda della parte del corpo e dell’anima che protegge (e quindi passare da carta velina a muro)!

Ora ti invito a riflettere su che cosa senti che non va nella relazione che stai vivendo … Esempio, non ti senti libero di arrabbiarti, non ti senti libero di esprimere la paura oppure la tristezza …. significa che in quell’area della tua “anima” il confine è rigido. Ora chiediti come mai? E’ una tua caratteristica di personalità? Oppure è sopraggiunta durante questa relazione?

Oppure, al contrario tutto quello che l’altra persona dice o fa è “oro colato” … qui si parla di confini troppo lassi .. tanto che sembra quasi esserci un “annullamento” della personalità!

A questo punto non ho la pretesa di darti consigli o suggerimenti .. ma ti invito a fare una …. Buona riflessione!!

p.s.: se l’articolo ti è piaciuto ti invito a condividerlo sui social, affinchè insieme possiamo diffondere la cultura del BE YOU TIFUL (cioè esprimere il principe e la principesse che c’è dentro ognuno di noi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.