La depressione


È normale sentirsi tristi ogni tanto, ma generalmente questo sentimento tende a passare, soprattutto se passa anche la causa che gli ha dato origine.

Le persone depresse si sentono spesso tristi, indifese, inutili ed irritabili. La durata e l’intensità delle emozioni provate, distingue la depressione (come malattia) dalle normali variazioni di umore. Infatti la depressione clinica persiste nel tempo e può interferire significativamente con la capacità di funzionamento dell’individuo, tanto da incidere su tutti gli aspetti della vita quotidiana, comprese le relazioni familiari, le amicizie e la capacità di lavorare o di andare a scuola.

I sintomi di una depressione sono:

tristezza esagerata e senso di colpa

sensazione di inutilità o disperazione;

ricorrenti pensieri negativi tra cui quello di morte;

perdita di interesse per le attività preferite;

difficoltà di concentrazione;

incapacità nel prendere decisioni;

agitazione;

senso di affaticamento e rallentamento delle funzioni fisiche;

calo o aumento dell’appetito;

calo o aumento di peso significativi;

alterazioni del sonno;

insonnia o eccessiva sonnolenza;

Spesso la depressione colpisce persone che prima stavano bene, ma che si trovano a dover affrontare problemi quali: la morte, la malattia improvvisa di una persona cara, la perdita di un lavoro, una malattia grave, etc. In altri casi invece, la depressione si sviluppa senza un’apparente causa immediata.

E COSA PUO’ FARE UN PERCORSO PSICOLOGICO-PSICOTERAPEUTICO?

La ricerca di un aiuto avviene generalmente all’apice del malessere, e spesso a fare questa richiesta sono le persone che stanno accanto a chi è depresso che lo spingono a chiedere aiuto o lo fanno al suo posto.

Se vi è la collaborazione della persona si può iniziare una psicoterapia individuale basato prima di tutto sulla creazione di una relazione terapeutica sicura e di fiducia.

La depressione è una malattia che affligge le persone per molti anni, e per questo il processo di cambiamento richiede tempi di trattamento lunghi, ma una buona motivazione, una solida rete sociale e familiare possono favorire l’uscita da questo doloroso malessere.

Inoltre occorre precisare per molti pazienti con depressione l’associazione di psicoterapia e farmacoterapia sembra rappresentare il trattamento ottimale; l’eventuale associazione della farmacoterapia alla psicoterapia deve essere tuttavia attentamente valutata da professionisti (medico e psicologo- psicoterapeuta) in ogni specifica occasione.

Se ti ritrovi su quanto detto sopra e desideri uscire dalla tua depressione contattami, insieme riusciremo a prenderci cura di te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.